©2017 Luigi Ostoni Srl

Follow us:

Sign up to our newsletter!
  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram - White Circle
  • LinkedIn Social Icon
  • YouTube Social  Icon

Via C. Battisti, 38 - 20032 Cormano (Milano)

August 24, 2017

Please reload

Post recenti

Millefoglie di radicchio rosa con besciamella al vino bianco e mandorle

August 24, 2017

1/10
Please reload

Post in evidenza

Rigatoni di Gragnano tra mare e monti

August 24, 2017

 

 

Ingredienti

 

(per 4 persone)
320 gr di pasta di Gragnano IGP trafilata al bronzo
250 gr di gamberi freschi testa grossa
3 funghi porcini grandi (o 400 gr di funghi porcini secchi)
caviale o uova di lompo
2 spicchi d’aglio Marsala q.b.
3 rametti di timo fresco olio EVO
sale/pepe q.b.
olio prezzemolato

 

Preparazione

 

Pulite gli scampi di carapaci e dagli intestini. Sciacquateli e riducete a tartare al coltello, massaggiate con olio Evo e tenete da parte.

Lavate le teste e mettetele in padella d’alluminio con un filo d’olio EVO, uno spicchio d’aglio privato dell’anima e lasciate soffriggere. Alzate la fiamma e annaffiate con un filo di Masala. Lasciate restringere ed eliminate le teste dei gamberi e l’aglio.

Pulite i funghi dalla terra e tagliate a cubetti regolari. Cuocete velocemente in una padella d’alluminio con un filo d’olio, i rametti di timo e uno spicchio d’aglio tagliato a metà e privato dell’anima.

Cuocete la pasta in acqua bollente salata e scolatela leggermente cruda; risottatela nel ristretto di carapaci e marsala, aggiungendo l’acqua di cottura un mestolo alla volta. Controllate mano a mano la cottura e aggiungete i funghi, prestando attenzione a non disfarli.

Servite, adagiando sul fondo del piatto i rigatoni risottati con i funghi ciascuna portata delle piccole palline di tartare di gamberi e qualche perla di uova di pesce. Decorate con ciuffetti di timo e olio prezzemolato.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici