©2017 Luigi Ostoni Srl

Follow us:

Sign up to our newsletter!
  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram - White Circle
  • LinkedIn Social Icon
  • YouTube Social  Icon

Via C. Battisti, 38 - 20032 Cormano (Milano)

August 24, 2017

Please reload

Post recenti

Millefoglie di radicchio rosa con besciamella al vino bianco e mandorle

August 24, 2017

1/10
Please reload

Post in evidenza

Gnocchi di Stracchino con Ragù di salsiccia

April 26, 2017

 

 

Ingredienti

Per 4 persone

 

  • 200 g di stracchino

  • a partire da 100 g di farina 00

  • sale, pepe e noce moscata qb

 

Per il ragù:

  • 200 g di salsiccia spellata e sgranata

  • uno scalogno piccolo

  • 1 spicchio d’aglio

  • qualche fettina di peperoncino non troppo piccante

  • una scatola di pelati

  • mezzo bicchiere di vino rosso (lo stesso col quale accompagneremo il piatto)

  • una grattugiata di ricotta stagionata o al forno

  • 3 cucchiai d’olio EVO

  • sale qb

 

Preparazione

 

Un piatto semplicissimo ma particolare, per andare oltre i soliti gnocchi di patate.

 

1° step: l’impasto

Non sono stata precisa con la farina perché dipende molto da quanto è umido lo stracchino, che va comunque lasciato scolare un’oretta. Come regola si va da metà peso dello stracchino fino a pari peso, al massimo. Mescoliamo quindi stracchino e farina aggiungendo un poco di noce moscata fino ad avere un bel panetto, sarà morbidissimo, l’importante è che sia lavorabile. Lo facciamo riposare nella pellicola per almeno mezz’ora.

 

2° step: il ragù

Togliamo la pellicina alla salsiccia, sgraniamola con una forchetta e la soffriggiamo con dell’olio EVO con scalogno aglio e peperoncino a brunoise. Dopo 5/7 minuti aggiungiamo il vino, sempre a fiamma alta, aspettiamo che evapori bene l’alcool, e alla fine aggiungiamo i pomodori. E facciamo andare fino a che il sughetto non ha raggiunto la consistenza che desideriamo.

Quando il sugo è quasi pronto, mettiamo la pentola con l’acqua: il sugo finirà di cuocere nel tempo necessario che cuoceremo gli gnocchi, e mentre aspettiamo che arrivi a bollore possiamo finire di prepararli.

 

3° step: terminiamo e serviamo

Mentre aspetto che l’acqua arrivi a ebollizione, terminiamo gli gnocchi al solito modo, cioè facendo dei lunghi grissini e tagliandoli della misura a noi più congeniale. Possiamo lasciarli così o passarli sui rebbi di una forchetta per fare le classiche striature.

Quando l’acqua inizia a bollire aggiustiamo di sale, versiamo gli gnocchi, mescoliamo delicatamente, e qualche minuto dopo che sono venuti a galla possiamo scolarli, sempre delicatamente. Condiamoli col nostro profumatissimo ragù, terminiamo con una generosa spolverata di ricotta e accompagniamo con un buon bicchiere di vino rosso.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici