©2017 Luigi Ostoni Srl

Follow us:

Sign up to our newsletter!
  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram - White Circle
  • LinkedIn Social Icon
  • YouTube Social  Icon

Via C. Battisti, 38 - 20032 Cormano (Milano)

August 24, 2017

Please reload

Post recenti

Millefoglie di radicchio rosa con besciamella al vino bianco e mandorle

August 24, 2017

1/10
Please reload

Post in evidenza

Gnocchi all’acqua con polvere di porcini, toma e speck

March 26, 2017

 

 

Ingredienti

  • 200 g di acqua

  • 200 g di farina 00

  • 15 g di porcini secchi

  • per la fonduta

  • 150 g di toma piemontese DOP

  • 1/2 tazzina da caffè di panna fresca

  • 1 pizzico di noce moscata

  • per lo speck croccante

  • 2 fette di speck

 

Preparazione

 

1- Mettiamo le fette di speck sulla carta forno e inforniamo a 100° per circa mezz’ora, giusto il tempo che prepariamo il resto.

 

2- Frulliamo finemente i porcini fino a ridurli in polvere.

 

3- Appena l’acqua bolle versiamo a pioggia la farina mescolata alla polvere di porcini.

 

4- La mescoliamo sul fuoco un minuto circa, poi mettiamola su un tagliere e impastiamola bene.

 

5- Avvolgiamola nella pellicola a riposare mentre prepariamo la fonduta.

 

6- Tagliamo a pezzettini la toma e la mettiamo in pentola con la panna.

 

7- Mescoliamo bene con la fiamma ridotta al minimo possibile perché la fonduta se supera un certo grado di calore non riesce.

 

8- Appena pronta, giusto pochi minuti, spegniamo il fuoco, un pizzico di noce moscata, e mescoliamo.

 

9- Mentre aspettiamo che la pentola con l’acqua per cuocere gli gnocchi arrivi a bollore facciamo gli gnocchi col solito metodo: creiamo dei lunghi cilindri grandi quanto un dito e tagliamoli a pezzettini.

 

10- Cuociamoli, ma non scoliamoli appena vengono a galla, lasciamoli qualche minuto in più per far cuocere bene anche l’interno che se no saprebbe di “farina cruda”.

 

11- Condiamoli con la fonduta, impiattiamo, e aggiungiamo i pezzettini di speck che avremo semplicemente spezzato a mano e servite.

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici